Ecco le storie finaliste del corso IDEE IN MOVIMENTO 2017 !

Eccoci arrivati alimento della verità, il laboratorio creativo cinematografico IDEE IN MOVIMENTO ha selezionato 3 storiefinaliste su ben 9 scritte dal gruppo di lavoro di quest'anno! Ora si tratta di votare attraverso i canali a disposizione RIGOROSAMENTE (a parte FB) indicando NOME e COGNOME e la STORIA che si intende votare, FINO alle 24 di MERCOLEDI 29 MARZO 2017, ecco dove potete votare: 1 FACEBOOK Mettere il proprio like sul post della storia che si intende votare nel profilo di “Quelli della Biblioteca”, e' possibile votare anche più di una storia. (NOTA: Saranno giudicate NON VALIDI i like fatti ai post di condivisione del post originale, quindi conteggeremo solo il post ufficiale sulla pagina facebook di “Quelli della Biblioteca”) 2 SMS Inviare un sms al numero 328.8441996 indicando il proprio NOME e COGNOME e la STORIA che si intende votare, e' possibile votare anche più di una storia. 3 WHATSAPP Inviare un messaggio WhatsApp al numero 328.8441996 indicando il proprio NOME e COGNOME e la STORIA che si intende votare, e' possibile votare anche più di una storia. Per ogni informazione chiamare il numero 328.8441996 o inviare una email all'indirizzo info@zirialab.org IMG_20170223_174216 ECCO LE STORIE FINALISTE: STORIA 1 – RITORNA DA ME di Arianna Corzani (metti un like a questo post per votarla su fb) Marta è la più popolare della scuola, insieme alle sue amiche Caterina e Sofia, al fidanzato Matteo e ai suoi migliori amici Leonardo ed Enrico. E’ il primo giorno di scuola della seconda media e c’è una nuova ragazza in classe, si chiama Virginia ed è romena. Non parla l’italiano e l’unica cosa che sa dire è: “Ciao, io Virginia”. La professoressa decide quindi di farla sedere accanto a Marta. Marta è una delle più brave della classe e aiuta molto Virginia sia con l’italiano sia, essendo molto popolare, con l’inserimento nella scuola nuova. Purtroppo il gruppo di amici di Marta non prende molto bene il fatto che lei sia diventata molto amica di Virginia, perciò iniziano ad escluderla e a prenderla in giro. Marta, per non perderli, decide di abbandonare Virginia, lasciandola senza amici. Dopo qualche settimana Matteo pensa ad un modo per umiliare Virginia, solo per cattiveria, e chiama i suoi amici Leonardo ed Enrico per confrontarsi. Il giorno dopo a scuola tutti prendevano in giro Virginia dopo il messaggio che Matteo aveva mandato a tutti. Matteo aveva pensato di rispondere ad ogni sua domanda, espressione o saluto: “Ciao, io Virginia”. Marta è disgustata dal loro comportamento e lascia Matteo, pur rinunciando alle sue migliori amiche e alla popolarità. Dopo qualche mese lei e Virginia sono migliori amiche e non possono stare l’una senza l’altra, Matteo ha chiesto scusa a Virginia che si è unita al loro vecchio gruppo e si è fidanzata con Enrico. STORIA 2 – UN NUOVO INIZIO di Yasmin Soares (metti un like a questo post per votarla su fb) Era la fine dell'estate e Elisabetta aveva appena compiuto 14 anni, mancavano pochissimi giorni all'inizio del nuovo anno di scuola al liceo classico. Elisabetta, una ragazza molto intelligente, ordinata e brava, Betta, così la chiamava Marianna sua sorella più grande. Marina aveva deciso di andare a Londra per studiare, ed Elisabetta non era contenta con la sua decisione. Il rapporto di Betta con i suoi genitori, Carlo e Marta, non era buono. Carlo lavorava in un'azienda e passava la maggior parte del suo tempo lì, Marta invece faceva l'insegnante e anche lei non aveva tanto tempo da dedicare a Betta, quindi fin da piccola Marianna la sua sorella più grande si prendeva cura di lei. Elisabetta a scuola non aveva molti amici, quindi si sentiva molto sola. A casa era sempre chiusa in camera quando la sorella era in giro. Senza Marianna Elisabetta non si sentiva completa. in quel periodo, dopo la partenza di Marianna, Elisabetta si sentiva abbandonata, era arrabbiata, ma la scuola era cominciata e lei doveva concentrarsi, perché ormai non era una bambina delle medie, ma una piccola donna che faceva le superiori. Con i genitori sempre meno presenti e la mancanza della sorella, Betta cominciò ad uscire con alcune persone con cui non doveva, Betta voleva provare delle nuove sensazione. Un giorno Carlo, il padre di Betta gli chiese come andava a scuola , Betta gli rispose che andava tutto bene ma, in realtà, era già da un pezzo che i buoni voti non li prendeva più. Betta uscita di casa per andare a scuola incontra Giovanni, uno dei suoi nuovi amici, e decide di fare buca insieme a lui. Giovanni un giorno le offre una sigaretta e di li la vita di Betta subisce un cambiamento brutale. Betta è passata dalle sigarette alle droghe da un giorno all'altro, lei però non usava le droga per essere figa oppure per divertirsi come facevano i suoi amici, ma la usava per tappare il buco che aveva creato dentro di sé con la solitudine che sentiva, senza la sorella e per la mancanza dei genitori. Ormai era già estate un'altra volta, Betta a scuola era stata bocciata e i suoi genitori non capivano il perché di quella cosa. Marta la sua mamma, ora era un po' di più a casa , le scuole erano ormai tutte chiuse. Betta chiusa in camera si metteva a fumare dalla rabbia, perché non poteva uscire. Betta compiva già 15 anni e si sentiva padrona di sè, ma per Marta e Carlo era ancora la loro piccola bambina. Un pomeriggio Elisabetta decide di scappare e uscire con i suoi amici. Marta e Carlo sono preoccupati per la figlia, che, da quando è partita Marianna si comportava in modo strano sempre chiusa in camera e con loro si era allontanata ancora di più. Elisabetta quella sera dopo il suo tentativo di fuga si chiude in camera, fino al momento che i suoi la chiamano a parlare. Carlo e Marta capiscono che Elisabetta ormai era cresciuta e che la loro mancanza le faceva male, quindi decidono di aiutarla a uscire da quel mondo in cui ormai era entrata del tutto. Elisabetta dopo quella sera si sentiva più protetta, aveva con se i suoi genitori che tanto gli mancavano, e anche Marianna che venuta a scoprire quello che succedeva alla sorella decise di tornare a casa. Betta adesso se sentiva completa, adesso era la vera Betta. STORIA 3 - BEST PLAYER di Swami Fusaroli, Marcello Poggi ed Elena Mordenti (metti un like a questo post per votarla su fb) Tara , una ragazza di 13 anni, si trova in spiaggia con i suoi amici Dylan, Jake, July e Sarah. Ad un certo punto Sarah chiede al gruppo se gli andasse di giocare ai videogames, tutti approvano tranne Tara, che si tira indietro. Tara inizia a raccontare la storia di Sally e Michael... Sally era una ragazzina di tredici anni e molto appassionata di videogames. Lei era molto amichevole, simpatica e ogni tanto usciva di casa per stare con amici e parenti, a differenza di Michael, che era un ragazzo poco amichevole, antipatico e non usciva mai. Sally non conosceva Michael fino a quando non lo trovò in classe all'inizio della scuola, perché era stato bocciato. Siccome voleva fare amicizia , Sally si fece avanti ma lui non la considerò. Un giorno Michael aveva sentito parlare di un torneo di "SPLATOON" e volle subito partecipare, anche Sally si iscrisse. Alla fine del torneo, la giuria chiamò Sally come vincente. Michael ci rimase male e iniziò a prenderla di mira: gli strappava i compiti, prendeva in giro, qualsiasi cosa che gli passasse per la testa, lui la faceva pur di metterla in difficoltà. Sally, stufa del comportamento di Michael, disse tutto alla sua mamma e ai professori . Qualche giorno dopo, tornando a casa, (ovviamente per preparare uno scherzo a Sally), Michael trovò in camera sua tutti i CD sbriciolati, la console e il joystick non c'erano più. Era stata la mamma di Michael che era venuta a sapere del suo bruttissimo comportamento da Sally, che gli aveva raccontato tutto senza tralasciare alcun dettaglio. Michael da quel momento rimase senza amici e pensò che se avrebbe salutato Sally lui sarebbe stato suo amico. Finito di raccontare la storia, Tara si allontanò dicendo che non vuole fare la fine di Michael, cioè trascurare gli amici a causa dei videogames. VOTATE GENTE VOTATE !!!!!

Author: Zirialab

Share This Post On